André Lotterer 'Appassionato' sulla Formula E dopo lo scetticismo iniziale

'It Would Be Stupid Not To Enjoy This' | Off The Grid Documentary - Andre Lotterer (Aprile 2019).

Anonim

Il pilota André Lotterer riflette sulla sua esordiente campagna con TECHEETAH in Formula E e la sua decisione di unirsi alla serie di gare interamente elettriche.

André Lotterer era scettico sulla Formula E. Nel 2016, il veterano pilota di endurance ha respinto la serie di gare interamente elettriche, dicendo che non era "uno sport", era "una cosa politica" a cui non era interessato entrare. Tuttavia, da allora Lotterer ha cambiato idea e si è unito al team TECHEETAH per la campagna di Formula E 2017/18.

"Ero molto felice dove ero in endurance, ma il mondo cambia, le cose si evolvono", dice la Lotterer. "Endurance è stata una grande piattaforma per i produttori per mostrare la loro tecnologia a Le Mans e altri eventi, ma il passo successivo è arrivato ed è elettrico, quindi tutti i produttori stanno andando in Formula E per usarlo come piattaforma e vetrina".

Jaguar è ​​entrato a far parte della serie per la stagione 2016/17, schierando la sua prima squadra da quando ha lasciato la Formula 1 dopo la stagione 2004. Audi è entrata in Formula E per la stagione 2017/18, mentre Mercedes-Benz e Porsche entreranno in campo per la sesta stagione nel 2019/20.

La consapevolezza di Lotterer che il futuro era elettrico non era la sua unica ragione per unirsi alla Formula E - l'autista era pronto anche per una sfida personale. Nato in Germania e cresciuto in Belgio, ha gareggiato nella serie Super Formula giapponese per oltre un decennio, vincendo il titolo nel 2011.

"Tutte queste cose sono venute insieme per me e, oltre a questo, avere una nuova sfida in questa fase della mia carriera è molto buona perché ho fatto la stessa cosa per molti anni", dice Lotterer, 36 anni. "Ero in una routine ed è bello avere una nuova sfida per vincere e mostrare che puoi essere anche in testa a una nuova categoria."

La campagna dei debuttanti di Lotterer con TECHEETAH e la Formula E è iniziata in modo approssimativo. Il tre volte campione di Le Mans e il campione del mondo di Endurance del 2012 è stato coinvolto in una collisione con auto multiple nel suo debutto in Formula E a Hong Kong, causando la prima interruzione di gara nella storia delle serie. Ha poi subito un guasto meccanico a Marrakesh, in Marocco, ma ha rimbalzato per il suo primo podio nel prossimo evento a Santiago, in Cile.

Dopo il 13 ° e il 12 ° posto a Città del Messico e Punta del Este, in Uruguay, rispettivamente, la Lotterer ha raggiunto il successo, finendo nono nelle ultime sei gare della stagione con un altro podio a Roma.

"Devi sempre continuare ad imparare", dice Lotterer. "Ho fatto degli errori perché non avevo l'esperienza (in Formula E), anche se sono un pilota esperto in generale, soprattutto in endurance."

La serie di risultati di fine stagione di Lotterer, abbinata al compagno di squadra Jean-Éric Vergne che ha vinto il campionato piloti, ha dato a TECHEETAH la possibilità di lottare per il titolo della squadra nel duetto finale della stagione a New York. Nonostante la vittoria di Vergne nella gara finale della campagna, TECHEETAH ha finito il secondo posto in Audi Sport ABT Schaeffler, con due punti in meno nella classifica a squadre.

"È un campionato così grande; andiamo nelle città più cool e quello che facciamo è molto intenso ", dice la Lotterer. "Il livello di guida è molto buono. Stiamo gareggiando su un piano di parità, ma allo stesso tempo stiamo spingendo la tecnologia in avanti.

"Sono davvero entrato nella sfida ed è molto stimolante. Ora vengo in ogni gara con più fiducia a causa dell'esperienza che ho acquisito da ogni gara prima. Ho davvero accolto la Formula E nel mio cuore e ne sono diventato appassionato. "