Come l'eredità di Alfred Nobel ha colpito la Norvegia

Bello FiGo ft The GynoZz - Non Pago Affitto (SwaG NeGri) Stai Li A Pagare!!! ASSGARAA (Aprile 2019).

Anonim

Raramente un singolo evento forma la reputazione di un paese. Ma nel caso della Norvegia, essere stato selezionato dallo stesso Alfred Nobel per ospitare il Premio Nobel per la pace, ha sicuramente giocato un ruolo significativo nell'immagine del paese come umanitario e non militarista. Fino ad oggi, il Nobel Peace Center di Oslo rimane un faro per artisti e attivisti che sognano un mondo migliore. Ecco cosa devi sapere su come è iniziato tutto.

Chi era Alfred Nobel?

Se Mark Twain avesse incontrato Alfred Nobel, forse gli avrebbe prestato la sua famosa citazione, "i resoconti della mia morte sono stati molto esagerati". Perché è esattamente quello che è successo all'inventore svedese. Alfred Nobel potrebbe aver brevettato più di 355 prodotti durante il suo tempo, ma il suo più famoso altro non era che la dinamite (dal nome greco che significa "potere"). La dinamite fu inventata come alternativa esplosiva più stabile e più maneggevole alla nitroglicerina, dopo che un incidente causato dalla nitroglicerina causò la morte o il fratello minore di Alfred Nobel, Emil. L'invenzione del potente esplosivo, combinata con la produzione di armi della sua famiglia che esplose durante la guerra di Crimea, rese Nobel estremamente ricco, ma gli procurò anche una reputazione molto spiacevole.

Quando suo fratello Ludvig, uno sfruttatore di giacimenti petroliferi del Mar Caspio, morì nel 1888, molti giornali scrissero erroneamente necrologi per Alfred Nobel. Un particolare quotidiano francese si chiamava Alfred Nobel, "il mercante della morte", dicendo che la sua invenzione della dinamite rendeva più facile per le persone uccidersi a vicenda. Nobel leggeva il necrologio e aveva una profonda comprensione di quello che sarebbe stato il suo lascito quando fosse effettivamente morto. Così decise di usare il 94% della sua considerevole fortuna per finanziare i Premi Nobel; sei premi da assegnare annualmente a persone di tutte le nazionalità che hanno lavorato per "il più grande beneficio per l'umanità". Cinque premi saranno assegnati ai settori della chimica, della fisica, della biologia, dell'economia e della letteratura - e un sesto sarà l'ormai famoso premio per la pace.

Il Nobel Peace Center di Oslo

Ma è qui che diventa piuttosto interessante. Alfred Nobel era svedese, e tutti e cinque gli altri premi Nobel sono stati assegnati in Svezia da fondazioni come la Royal Swedish Academy of Sciences (premi di fisica e chimica) e l'Swedish Academy (Premio di letteratura - ad eccezione di quest'anno). Ma il premio per la pace, come dichiarato nel testamento di Nobel, doveva essere amministrato in Norvegia. Nessuna spiegazione ufficiale è stata data dall'inventore, ma se si tiene conto del fatto che la Norvegia era sotto il dominio della Svezia al momento della sua morte è forse più facile capire le sue motivazioni. Nobel riteneva che la Svezia fosse più militarista, mentre la Norvegia cercava di risolvere i conflitti attraverso la mediazione, e quindi sarebbe diventata una casa migliore per il Premio per la pace.

E così nacque il Comitato Nobel Norvegese: nominato dal Parlamento norvegese, il comitato di cinque membri ha assegnato il Premio Nobel per la Pace dal 1901. Attualmente il Premio Nobel per la Pace è assegnato al Municipio di Oslo, ma a pochi metri da in Aker Brygge si trova il Nobel's Peace Center; una testimonianza dell'eredità di Alfred Nobel. Il Peace Center è un museo dedicato alla presentazione sia del lavoro dei vincitori del premio della pace, ma anche della storia di Alfred Nobel e del Premio per la pace. Oltre alle mostre, il Centro svolge il ruolo di sede in cui vengono dibattute importanti questioni sociali legate alla pace e alla risoluzione dei conflitti. Con la sua posizione strategica vicino al porto, il Peace Center è una delle prime cose che un visitatore nota, quindi è facile capire perché la Norvegia sia considerata oggi una forza per il bene. Forse, è esattamente come sarebbe piaciuto Alfred Nobel.