Incontra Ashley Shelton: The Trailblazing Chef Putting St. Louis sulla mappa culinaria

Pretty Little Liars - 3x13 - Ashley incontra la bimba (Aprile 2019).

Anonim

Grazie a chef innovativi e una comunità culinaria che promuove l'eccessiva creatività, St. Louis è una città alimentare sottovalutata che non deve essere trascurata.

Quando i St. Louis si recano nei ristoranti più acclamati nei centri di ristorazione - New York, Chicago, San Francisco - spesso lasciano confusi. Non è che questi incredibili paradisi alimentari non siano tutto ciò che dicono di essere e altro; è solo che St. Louis ha un numero crescente di ristoranti che sono altrettanto buoni di quelli che si trovano in queste grandi città. Alcuni dei principali chef di St. Louis devono ringraziare per aver gettato le fondamenta, ma i nuovi chef della scena stanno creando una cucina innovativa che è nuova nella città e che mette St. Louis nella mappa culinaria.

Probabilmente, la cosa che rende così speciale la scena gastronomica di St. Louis è la stessa cosa che mette espressioni curiose sui volti delle persone quando la città è raccomandata come destinazione di cibo; è sotto il radar e in qualche modo sconosciuto, e quindi i suoi chef sono liberi di sperimentare e spingere i confini senza paura di fallire o deludere il pubblico. Uno di questi chef è Gerard Craft, proprietario di Niche Food Group e il premio James Beard 2015 per il miglior chef Midwest. Craft è noto per essere stato tra gli chef sperimentali che hanno iniziato la rivoluzione alimentare a St. Louis, quando è arrivato in città proprio mentre la comunità del cibo stava iniziando a prendere il vento dal potenziale del ristorante non sfruttato qui. Tra i tanti doni culinari di Craft c'è la sua capacità di trovare e coltivare alcuni dei migliori chef emergenti. Lo ha fatto quando ha assunto lo Chef Ashley Shelton, che ora è executive chef nei suoi ristoranti Sardella e Pastaria. La stessa Shelton era una semifinalista del James Beard Rising Star del 2017 e una migliore chef del 2018: semifinalista del Midwest.

"Abbiamo una cucina aperta a Pastaria e cerco di interagire con tutti il ​​più possibile", dice. "Le persone sono davvero scioccate dal fatto che riescano a trovare cibo davvero ottimo a St. Louis. Ma loro possono. Inoltre, quando viaggio e dico ad altri cuochi che sono di St. Louis, ora riconoscono la città e conoscono i ristoranti qui. Stiamo ottenendo lentamente il merito meritato. "

I ristoranti del gruppo alimentare di nicchia sono tra i più noti in città per spingere i confini e correre rischi. Craft era anche in prima linea nel movimento da fattoria a tavola della città. Oggi possiede cinque ristoranti in città e di recente ha aperto una seconda sede Pastaria a Nashville.

Nell'aprire quel primo ristorante, Craft divenne parte di una sorta di cibo rinascimentale a St. Louis, che contribuì a formare la consapevolezza di Shelton che il cibo era la sua passione. La madre di Shelton, che morì quando era molto giovane, era stata una cuoca casalinga e Shelton aveva passato molto tempo con lei in cucina. Quando entrò al liceo e portò a casa l'economia, sentì sua madre che la trascinava di nuovo verso la cucina.

"Prima di allora, le mie cene in famiglia sarebbero state all'Olive Garden o qualcosa del genere. Poi, ho iniziato a cucinare a scuola, e c'era in me quella voce che diceva "Ehi, dovresti cucinare".

La famiglia di Shelton è stata di supporto e l'ha incoraggiata a ottenere un'esperienza reale. Il suo primo lavoro nel settore alimentare fu a St. Louis Bread Co. (che è Panera per i non St. Louisans). Circa un anno dopo, Shelton fece domanda per un sous chef da Annie Gunn's. Ha ottenuto il lavoro e affinato le sue abilità presso l'acclamata steakhouse St. Louis. Dopo essersi diplomata, continuò al Culinary Institute of America di Hyde Park, a New York, e presto realizzò quanto solida fosse stata la sua formazione nella città natale.

"Ho davvero avuto il mio background culinario e la mia comprensione presso Annie Gunn's", dice. "La scuola di cucina mi ha insegnato la teoria dietro ciò che già sapevo fare in pratica".

Avendo realizzato il suo amore per il cibo italiano all'Istituto, Shelton sapeva che il suo prossimo passo sarebbe stato quello di proseguire la sua formazione in Italia. È stata ammessa al programma del master all'Apicius International School of Hospitality di Firenze, che è stata casuale per molte ragioni: non solo ha ricevuto un'educazione culinaria italiana intensiva, completa e informativa, ma le ha anche offerto l'opportunità di incontrare Craft.

"Mi stavo avvicinando alla fine del mio tempo in Apicio e stavo iniziando a considerare i prossimi passi. Mi sono messo in contatto con Lou (Rook, proprietario di Annie Gunn's), e ha detto che Gerard stava progettando di aprire un ristorante italiano a St. Louis. Ho mandato a Gerard un'e-mail, e lui ha detto, 'Beh, faremo delle ricerche a Firenze in questa data se vuoi incontrarti per un colloquio?' E io ero tipo 'Uh, sì, per favore!' "

I St. Louis si incontrarono per un pasto in Italia. Anche se entrambi ricordano che il cibo è "veramente orribile", la connessione era lì, e Craft ha offerto a Shelton una posizione di sous chef nella sua imminente impresa, Pastaria, alla sua laurea. Apicio le aveva anche offerto una posizione all'università, che lei considerava sinceramente. Cosa ha fatto pendere la bilancia verso St. Louis per questo chef ora altamente qualificato? Non quello che potresti pensare

.

"Il mio attuale marito era di nuovo a St. Louis. Ci siamo incontrati al liceo e ricollegati durante il periodo in cui ero a casa tra l'Istituto culinario e Apicio e mi sentivo come quando Gerard mi ha offerto il lavoro, era giusto per tanti motivi ".

In un altro momento della sua vita, potrebbe aver preso una decisione diversa, ma ora crede di tornare a casa e lavorare in Pastaria per essere tra le migliori decisioni che ha preso per la sua vita e carriera. Shelton era lì per l'apertura del ristorante, un evento che molti chef spesso non riescono a provare. L'apertura fu enormemente anticipata e pubblicizzata in città. C'era molta pressione per farlo bene, ma non c'era una definizione di cosa significasse "giusto". Il personale giovane ha fatto proprio l'apertura e continua a creare e innovare oggi.

"Abbiamo la libertà di essere eccessivamente creativi e di fallire", afferma Shelton. "Penso che ci sia molta più pressione sui ristoranti di New York o San Francisco per non provare a fare qualcosa fuori dagli schemi. Non abbiamo questo qui. E questo è qualcosa che non voglio mai perdere. "

Shelton è passata da sous chef ad executive e ora a duo executive chef. Sardella e Pastaria sono vicine l'una all'altra, ma hanno concetti completamente diversi. La comunanza qui è la spinta alla creatività che condivide con Craft, così come il rispetto reciproco, e l'obiettivo condiviso di rimanere fedele a ciò che rende la scena alimentare di St. Louis incredibilmente interessante e unica - la capacità di rimanere ai margini, no importa quanto grande possa essere la scena del cibo o quali aspettative esterne iniziare a costruire.

"La nostra relazione è davvero unica in quanto sento quello che ha da dire, ma mi dà molta libertà creativa", dice. "Penso che sia parzialmente il Midwest, comunque. Non solo i nostri ristoranti offrono ai clienti un'accoglienza incredibile, ma ci sosteniamo anche l'un l'altro. Ci conosciamo, siamo carini l'uno con l'altro, vogliamo vederci l'un l'altro e collaboriamo. Penso che ciò crei nuove possibilità che potrebbero non essere disponibili in altre città, dove la dinamica è così diversa. "